cravatta

Come fare personal branding con l’abbigliamento

Il personal branding si concretizza in tutte le azioni messe in atto per costruirsi il proprio marchio personale, per darsi un’identità specifica e cercare di distinguersi dagli altri. Negli ultimi anni, soprattutto nel mondo del lavoro sempre più competitivo, è diventato fondamentale fare personal branding per rendersi appetibili ai datori di lavoro e convincerli delle proprie capacità. In altre parole, fare personal branding significa diventare imprenditori di sé stessi, attuare una strategia e realizzare tutta una serie di tattiche per emergere dalla folla.

L’abbigliamento nel personal branding

Oggigiorno, si sente spesso parlare di personal branding e di quanto importante sia per il futuro, soprattutto per quello professionale.

È mai capitato di notare qualcuno che si veste sempre nello stesso modo? Questo fenomeno è stato riscontrato soprattutto tra personaggi che godono di una certa fama. Infatti, quello che potrebbe sembrare mancanza di fantasia o varietà, non è altro che il frutto di un’accurata analisi di come ti vuoi porre e, al contempo, come desideri che gli altri ti percepiscano.

L’esempio più lampante è rappresentato da Sergio Marchionne e i suoi cardigan girocollo color pastello. Altri grandi uomini dallo stile inconfondibile sono l’ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama, il quale si è sempre mostrato molto elegante alle telecamere – con giacca e cravatta anche in situazioni informali – e Steve Jobs, che durante le presentazioni dei prodotti e le riunioni con gli azionisti, si presentava con maglione nero a maniche lunghe e collo alto. Anche Giorgio Armani ha delineato per se stesso una normalissima t-shirt girocollo a maniche corte nera.

La strategia attuata da questi grandi personaggi è chiara: indurre i propri interlocutori (e clienti) che loro – e i valori etici e morali dei quali si fanno portavoce – rimangono tali e quali nel corso degli anni. Il fine di questo escamotage? trasmettere fiducia e fare personal branding.

Personal branding sui social e nella vita reale

Molte persone pensano che sui social ci si possa mostrare in qualunque veste e che questi godano di vita propria senza avere ripercussioni sulla vita reale. Tuttavia, soprattutto negli ultimi anni, si sta verificando una sempre maggiore sovrapposizione tra profilo social e vita quotidiana. Basti pensare al fatto che è nata la professione di Influencer e che è possibile monetizzare i propri guadagni anche da Facebook e Instagram.

Il primo passo per riscuotere successo è quello di rendersi riconoscibili e indimenticabili: anche se può sembrare un banale slogan questi due aggettivi sono proprio quelli che consentiranno di farsi strada. La strategia di personal branding deve essere studiata in maniera precisa, a partire dall’abbigliamento: scegliete un colore che si abbini particolarmente all’incarnato o un accessorio (magari scarpe con il tacco per le donne e cravatta per gli uomini) che vi permetta di essere ricordati. Una volta scelto, siate coerenti e costanti nel tempo: non cambiate in corso d’opera se i primi risultati stentano ad arrivare perché si tratta solo di tempo e pazienza. Non resta che cominciare a realizzare post facebook e le storie su Instagram in cui si valorizza quel dettaglio particolare che vi sta a cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *